Advertising

Connect with us

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries

+
Onirici Pensieri Latenti di Stefano Piras
24 Marzo 2023

Onirici Pensieri Latenti di Stefano Piras


OPL – Onirici Pensieri Latenti è la mostra d’esordio di Stefano Piras. A cura di Rossana Corti, è allestita nella Galleria Spazio 61 di via dei Genovesi 48 nel quartiere Castello a Cagliari con ingresso libero e gratuito. Il giovane artista esordisce con questa mostra personale, senza aver mai esposto prima. La mostra è visitabile da martedì 21 a sabato 25 marzo, dalla ore 18.00 alle 20.00. Nel video la presentazione della mostra da parte di Rossana Corti.


https://www.youtube.com/watch?v=JENnXaumLiA

È sempre un rischio attraversare la separazione tra le parti, per esplorare l\'oscurità dell\'Altro da Sé. Ma è un rischio necessario per aprirsi, nella dissoluzione della paura e della rabbia, fino alla propria ricomposizione. Il Lupo, la Bestia archetipica, avanza. E non più per divorare, ma per accompagnare nel Tempo che già È.
ONIRICI PENSIERI LATENTI in acronimo semplicemente OPL, è l\'inizio di un percorso, la prima mostra in assoluto di Stefano Piras, nato da se stesso e da \"corsi nomadi\", nella fascinazione artistica delle avanguardie contemporanee sviluppatesi dal secondo dopoguerra ai primi anni Ottanta del XX secolo, ormai diventate Storia.
Stefano Piras è qui, esiste nelle sue opere, nate nella libertà dell’espressionismo astratto. E vuole portare alla luce quel che ha raccolto finora, creando solo con le nocche delle dita e i polpastrelli della mano sinistra (è mancino). Nella trama dei suoi segni si intersecano materie e forme, date come graffi e impronte e tagli suturati con la ceralacca, da cui emergono spontaneamente ombre e luci e spettri e demoni per pareidulia.
L’assenza di forme certe nelle sue opere, permette che le guide degli osservatori siano solo i colori usati e la loro stesura, spesso affiorante dalla tela come un corpo raggrumato e tangibile. Così, lo sguardo della singola persona può interpretare, per suggestione momentanea, la libera composizione dell’artista che, quasi sempre, ha creato in automatismo, rispondendo a un impulso e capendo solo durante l’azione quando fermarsi e staccarsene. Un agire per sentire. E realizzare una catarsi. (Rossana Corti)



Biografia di Stefano Piras


Ha una formazione tecnico-scientifica ed è un laureando in Scienze e Tecniche Psicologiche. Nasce artisticamente da se stesso e da corsi privati di Pittura, influenzato dalle Avanguardie sviluppatesi intorno al secondo dopoguerra fino ai primi anni Ottanta del XX secolo e legate in gran parte all’Espressionismo Astratto e, sempre, alla trasversalità tra Pittura-Poesia-Progettazione nello spazio (Osvaldo Licini, Piero Dorazio, Giacomo Balla, Emil Nolde, Movimento Cobra, Gruppo Gutai, Action Painting e Scuola di New York, Pierre Alenchinsky, Cy Twombly, Mark Rothko, Enrico Baj, Ugo Nespolo, Gino De Dominicis, Mimmo Paladino).


Sibilla Panfili

Inspiration

Connect with