Home / Stili di Vita  / In Motion  / Yacht Azimut S7, tecnica a basso impatto ambientale

Yacht Azimut S7, tecnica a basso impatto ambientale

Tra le novità presentate al Boot Dusseldorf anche il nuovo low emission yacht del cantiere italiano

Yacht Azimut

Yacht Azimut S7, tecnica a basso impatto ambientale

Tra le novità presentate al Boot Dusseldorf anche il nuovo low emission yacht del cantiere italiano.

Sportivo, lussuoso e con un’anima green. Il mondo della nautica ha accolto con entusiasmo Azimut S7, la nuova fatica del cantiere navale Azimut Yachts, presentata in anteprima mondiale alla kermesse del Boot Dusseldorf, uno dei principali palcoscenici della nautica internazionale.

Questa nuova imbarcazione è un 22 metri all’avanguardia progettato in collaborazione con il designer Alberto Mancini per gli esterni e con lo studio italiano Yachtique, qui alla sua prima prova su un’imbarcazione Azimut, che per S7 ha scelto uno stile degli interni lussuoso e residenziale. Il living room è integrato con il pozzetto e crea un’unica area in cui il panorama diventa parte integrante del design. Particolare attenzione è stata data anche ai dettagli, come il vano contenitore del mobile TV in cuoio naturale e i poggiaschiena rimovibili del divano. I due tavolini presenti possono essere inoltre alzati e riconvertiti in un grande tavolo da pranzo.Sul ponte inferiore è presente una confortevole suite armatoriale dotata di bagno privato e tre cabine per gli ospiti. Gli esterni si caratterizzano, invece, per il loro profilo sportivo e dinamico, conforme allo spirito sportivo dell’imbarcazione. Come motorizzazione il nuovo S7 è equipaggiato con tre motori Volvo PENTA D13 IPS 1050, che garantiscono all’imbarcazione una velocità di crociera di 27 nodi e una velocità massima di 35.

Ma il vero punto di forza dell’imbarcazione è rappresentato dal suo spirito fortemente ecologico e green. Azimut S7 fa parte della nuova categoria Low Emission del cantiere italiano, una serie di modelli a basso impatto ambientale progettati per ridurre il consumo di carburante e delle emissioni di CO2 del 20% al 30% rispetto a yacht della stessa categoria. Il successo di questa filosofia si deve soprattutto agli accorgimenti tecnologici adottati da Azimut per quanto riguarda l’utilizzo dei tre propulsori all’avanguardia Volvo IPS, della carena idrodinamica e all’utilizzo della fibra di carbonio. (Francesco di Nuzzo)

SCHEDA TECNICA

  1. Lunghezza 22 metri
  2. Velocità di crociera 27 nodi
  3. Velocità massima 35 nodi
  4. Motorizzazione Volvo PENTA D13 IPS 1050 x 3

[aps-counter]