Home / Stili di Vita  / In Motion  / Un nuovo colore per la MINI Cooper SE

Un nuovo colore per la MINI Cooper SE

Il nuovo modello della linea elettrica MINI unisce ottime prestazioni di guida e tecnologia all'avanguardia

MINI Cooper SE

Un nuovo colore per la MINI Cooper SE

Il nuovo modello della linea elettrica MINI unisce ottime prestazioni di guida e tecnologia all’avanguardia.

Continua il percorso del gruppo BMW incentrato sulla sostenibilità, un aspetto cardine di tutta la prossima generazione di modelli MINI, come nel caso della nuova MINI Cooper SE Resolute Edition. E per sottolineare questa BMW ha rilasciato una colorazione speciale per la sua carrozzeria, il Nanuq White. Il nome deriva dal linguaggio Inuit per dire “orso polare” (nanuk), un chiaro riferimento sia alla pelliccia dell’animale che alle alte prestazioni della trazione elettrica perfino nelle temperature più basse.

Con un’autonomia fino a 234 km, la vettura si adatta bene sia agli ambienti urbani sia a quelli fuori città senza correre il rischio di rimanere a terra. La MINI monta cerchi in lega da 17” e un motore elettrico da 135 kW/184 CV, che le consente di raggiungere in breve tempo i 100 km/h (7,3 secondi) per un consumo energetico di 5,2 kWh/100 km e 0 g/km di emissioni di CO2. La MINI Cooper si adatta, inoltre, alle diverse esigenze del guidatore grazie al sistema MINI Driving Mode, che permette di selezionare tra le modalità di guida SPORT Mode, il MID e il GREEN+ Mode.

La livrea bianca della vettura è impreziosita da numerosi dettagli grafici, come le strisce sul cofano, dalla doppia tonalità scura e dorata con incisa la scritta RESOLUTE. All’interno dell’abitacolo spiccano i sedili in Carbon Black, l’headliner color antracite e volante sportivo in finiture Nappa. Disponibile a partire da novembre 2022, il sistema MINI Driving Assistant è disponibile di serie per la vettura, insieme ai servizi eDrive presenti nell’abitacolo che permettono di sapere sempre i consumi energetici e l’autonomia della vettura. Il sistema di assistenza consente, inoltre, la frenata del veicolo tra i 10 e 60 km/h (Active Guard) e perfino segnalare quando si sta per abbandonare la propria corsia (Lane Departure Warning). L’Active Cruise Control, attivo tra i 30 e i 140 km/h, regola la distanza tra i veicoli in corsia in maniera automatica, impostando la velocità su autostrade e strade extraurbane. (Francesco di Nuzzo)

[aps-counter]