Home / Dintorni/Attualità  / Torna il “Bosa Beer Fest”, festival della birra artigianale

Torna il “Bosa Beer Fest”, festival della birra artigianale

Dal 22 al 25 aprile il Temo si trasforma in un fiume di birra con ventiquattro birrifici partecipanti e centosettanta etichette da assaporare

Bosa Beer Fest

Lo scenario è sempre lo stesso da sei edizioni: il Fiume Temo, tra il Ponte Vecchio e il Ponte della Pace, in un circuito che abbraccia le Vecchie Concerie e il Lungo Temo De Gasperi a Bosa. Qui la birra artigianale, per quattro giornate dal 22 al 25 aprile, viene spillata a ritmo di musica live e l’atmosfera diventa in un attimo ancora più inebriante. Ritorna, al grido di “We can do it!”, il “Bosa Beer Fest”, il più grande festival dedicato alla birra artigianale nell’isola. Dopo due edizioni saltate, l’Associazione Culturale Sardinia4All è riuscita a rimettere in piedi uno degli appuntamenti più coinvolgenti e attesi della primavera sarda. A patrocinare anche questa sesta edizione 2022 è l’Unionbirrai, organizzazione che tutela il mondo della birra artigianale a partire dai produttori fino al consumatore finale e Unionbirrai Beer Tasters, il gruppo di degustatori e comunicatori esperti che hanno il compito di diffondere la cultura della birra artigianale indipendente italiana.

Ventiquattro i birrifici provenienti da tutta la penisola e dalla Sardegna e centosettanta le etichette da scoprire e assaggiare in quello che è stato definito il più grande festival brassicolo d’Italia per ettolitri di birra spillati.

Ma la birra non sarà la sola protagonista: il cibo gourmet e lo street foood, lo sport e oltre cento ore di musica dal vivo con tanti spettacoli animeranno queste quattro giornate in cui Bosa accoglierà migliaia di estimatori di birra.

Nato nel 2015, il Bosa Beer Fest è costantemente cresciuto per numero di visitatori e qualità dei servizi offerti, e rappresenta una ghiotta occasione per i produttori e anche per gli amanti di Bosa che lo vivono come uno degli appuntamenti ormai irrinunciabili da appuntarsi nel calendario. Nell’edizione del 2018 è stato il festival italiano in cui si è spillata più birra e all’appuntamento dell’anno successivo, nel 2019, oltre 25mila litri di prodotto artigianale sono finiti nei boccali dei tantissimi presenti all’evento: numeri da record che gli organizzatori sperano di poter raggiungere e magari anche superare.

Antonella Brianda

[aps-counter]