Home / Dintorni/Attualità  / “Piacere, non sono io!”, quattro capolavori in mostra ad Arzachena

“Piacere, non sono io!”, quattro capolavori in mostra ad Arzachena

L’esposizione, in collaborazione con Magmma Museum di Villacidro e il museo Ca’ La Ghironda di Zola Predosa, rimarrà aperta fino al 23 luglio 2023

Arzachena

Il Comune di Arzachena ha stretto una partnership con Magmma Museum di Villacidro e il museo CaLa Ghironda di Zola Predosa di Bologna. Un’intesa che darà vita alla mostra Piacere, non sono io! – Quattro capolavori in cerca di identità”, promossa dalla delegata alla Cultura, Valentina Geromino. Si tratta di un nuovo appuntamento all’insegna della cultura che consentirà ai visitatori di osservare alcune opere di grandi maestri della storia dellarte al Museo civico Michele Ruzittu. Per l’occasione sono stati selezionati quattro dipinti di Renè Magritte, Giorgio De Chirico, Mario Sironi e Gino Severini. Opere che saranno presentate al vernissage in programma venerdì 21 aprile, alle ore 11:00.

«Lidentità umana, la consapevolezza di sé e la percezione del proprio Io sono i temi al centro di questa iniziativa culturale che abbiamo il privilegio di ospitare ad Arzachena. La mostra, inedita, vede come protagonisti quattro grandi esponenti della storia dell’arte come Magritte, De Chirico, Sironi e Severini – afferma Valentina Geromino, delegata alla Cultura -. Tra i quattro capolavori esposti quello di Magritte emerge per importanza in quanto opera del maestro belga con un valore stimato mai arrivata in Sardegna. Grazie ad eventi di tale portata, il Comune punta ad ampliare e qualificare sempre più l’offerta artistico-culturale del territorio e del Museo Civico Michele Ruzittu, con lo scopo sia di promuovere la destinazione, sia di arricchire di esperienze e nuove occasioni di riflessione la comunità, facendo crescere le giovani generazioni in un ambiente florido e intellettualmente stimolante».

«Il titolo è nato dopo aver individuato i quattro capolavori tra le decine dalla collezione del Museo Cà la Ghironda – dichiara Walter Marchionni, direttore artistico della mostra -. La scelta per il tema rappresentato e trattato accomuna Magritte, De Chirico, Sironi e Severini nel loro percorso. L’illusione, la fragilità della sfera umana, il suo apparire diversamente in varie circostanze, sono stati gli spunti che abbiamo voluto innescare negli artisti contemporanei che completano la mostra, pensando che, proprio l’artista in quanto tale, incarni pienamente questo aspetto dell’esistenza umana».

“Piacere, non sono io!” coinvolge anche 10 artisti contemporanei: Salvatore Alessi, Francesco, Altomare, Tonino Mattu, Juan Eugenio Ochoa, Nara Tomassini, Laura Muolo, Francesco Zefferino, Sinisha Kashawelski, Marco Corridoni e Marco Mattei. Tutti artisti con una propria cifra stilistica che contribuiranno a rendere l’esperienza straordinaria.

La mostra sarà aperta fino al 23 luglio 2023 nei consueti orari di apertura del museo, dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Riccardo Lo Re

[aps-counter]