Home / Stili di Vita  / Benessere & Sostenibilità  / Olbia come Stresa, Trento e Bologna: tra le città italiane con la qualità di vita più alta

Olbia come Stresa, Trento e Bologna: tra le città italiane con la qualità di vita più alta

A certificarlo un’indagine della rivista Esquire che ha inserito il centro gallurese tra i posti dove trasferirsi per vivere meglio. Olbia e Arzachena le uniche città della Sardegna a crescere da un punto di vista

Olbia

L’entusiasmo degli amministratori locali non può che essere alle stelle. Come dare loro torto quando la città da loro amministrata viene inaspettatamente inserita al top nella classifica stilata dalla rivista Esquire e dal magazine Travelandleisure per i luoghi con la più alta qualità di vita in Italia.  Olbia come Stresa, Milano, Trento e Bologna. Un’assoluta sorpresa per il centro gallurese che da anni fa registrare una crescita senza pari in tutta la Regione in termini demografici ed economici. Di certo l’influsso della vicina Porto Cervo e dalla destinazione turistica ideata dal Consorzio Costa Smeralda non possono che aver agevolato questo percorso verso la vetta. Porto, aeroporto, una costa invidiabile, eventi di qualità, una città sempre più a misura d’uomo grazie al nuovo lungomare e ai tanti progetti per renderla più bella e vivibile ne fanno il posto ideale per chi voglia cambiare vita.

“La città in cui dovresti trasferirti subito”, così recita il titolo dell’articolo pubblicato da Esquire e fa riferimento ai parametri relativi ai servizi, all’economia, alla sicurezza, alla vita notturna e alle attività culturali. E parole di orgoglio sono state espresse dal primo cittadino di Olbia, Settimo Nizzi, per commentare il riconoscimento: «Un attestato di valore che consolida gli sforzi profusi da questa amministrazione e la visione complessiva che fa di Olbia una città europea di assoluto prestigio. Ma anche un incentivo a proseguire verso quel continuo miglioramento di servizi e prospettive che portino rinnovata ricchezza e cultura alla nostra splendida città».

E sulla stessa lunghezza d’onda sono state le parole dell’assessore al turismo dello stesso comune, Marco Balata: «Un risultato che rispecchia anche l’incremento demografico della nostra città nei confronti del resto dell’Isola. L’orgoglio è tanto, come la volontà che ogni grande risultato sia solo il punto di partenza per il prossimo traguardo a cui deve ambire Olbia». Un incremento demografico che è certificato dai dati appena diffusi dall’Istat per quanto concerne il 2022 con le principali città sarde, Sassari Cagliari, Quatu Sant’Elena e Alghero in perdita e invece Olbia e Arzachena in crescita. Olbia con 337 abitanti residenti in più per un totale di 61.048 residenti al 31 dicembre 2022. e Arzachena con 34 residenti in più per una popolazione di 13.362. Il tutto in controtendenza con la media dell’Isola che registra secondo Istat una popolazione residente di un milione e 572mila abitanti con una diminuzione di circa 12mila residenti rispetto all’anno precedente.

Davide Mosca

[aps-counter]