Home / Stili di Vita  / In Motion  / Nuovo Otam 58 GTS, il “bad boy” dei mari

Nuovo Otam 58 GTS, il “bad boy” dei mari

Ottime prestazione e ampia scelta di personalizzazione per lo yacht del cantiere genovese

Otam

Nuovo Otam 58 GTS, il “bad boy” dei mari

Ottime prestazione e ampia scelta di personalizzazione per lo yacht del cantiere genovese.

Il cantiere navale genovese Otam ha presenta al Cannes Yachting Festival 2022 una nuova versione di una delle sue imbarcazioni più apprezzate, l’Otam 58 GTS. Questa nuova iterazione, la 26esima, presenta un nuovo look realizzato in collaborazione con lo studio BG Design Firm di Giuseppe Bignardi. Come per tutti i modelli custom del cantiere, lo yacht è stato costruito secondo le specifiche richieste dall’armatore.

«Specializzazione, ricerca, flessibilità, design iconico, prestazioni fuori dal comune ed eccezionale efficienza sono i valori e le caratteristiche che distinguono OTAM dopo 67 anni di storia ed il 58 GTS non fa eccezione» ha spiegato nel comunicato stampa il Sales & Communication Director di OTAM Matteo Belardinelli. «Questo è un progetto perfetto per Otam, il Cantiere ideale per un Cliente che desidera ed ottiene una Totale Libertà di espressione unita a prestazioni ed efficienza che non temono confronti in ogni condizione di mare.»

Gli ambienti esterni presentano una tuga semi-open aerodinamica che ripara dagli agenti atmosferici senza sacrificare il comfort dell’aria aperta. Sul pozzetto si trova anche un mobile bar, una zona relax con divano angolare e un’area da pranzo e due prendisole nella sezione di poppa. Gli interni sottocoperta presentano, oltre a una cucina open space, due cabine doppie – entrambe con bagno privato -, una cabina per gli ospiti e una per il personale a bordo. Il 58 GTS si caratterizza anche per le ottime prestazioni e monta due motori MTU 1825cv muniti di eliche di superficie ASD14 Arneson, che gli permettono di raggiungere i 48 nodi di crociera e i 55 nodi di massima. Sono state apportate anche diverse migliore al comparto di ventilazione della sala macchine, con l’aggiunta di nuove prese d’aria nell’hard top e sul ponte di prua. La carena costruita in Aramat e resina vinilestere è un design dello studio Tagliavini Marine Design. (Francesco Di Nuzzo)

SCHEDA TECNICA

  1. Lunghezza: 19.20 mt
  2. Lunghezza scafo: 16.75 mt
  3. Motori: 2 x MTU 1825hp
  4. Trasmissioni: ASD Arneson n 14
  5. Eliche: Rolla Otam copyright
  6. Velocità di crociera: 48 nodi
  7. Velocità massima: 55+ nodi
  8. Materiali costruttivi: Aramat/Kevlar

[aps-counter]