Home / Gourmet  / Prodotti Tipici  / Moscato di Sorso-Sennori, una festa per i suoi 50 anni

Moscato di Sorso-Sennori, una festa per i suoi 50 anni

Convegni, degustazioni e un trekking urbano alla scoperta dei suoi segreti più nascosti, al termine del quale ci sarà la proiezione del docufilm di Maria Paola Cordella

Moscato

Non è tutto oro quel che luccica, dice il proverbio. Ma se si prende in esame il Moscato di Sorso-Sennori, per esempio, l’oro della Romangia brilla eccome. Merito dei suoi colori e le bollicine contenute in questo vino davvero pregiato, da usare per le grandi occasioni come quella che sta per arrivare. In questo 2022 ci sono tutti i presupposti per brindare a questa stagione estiva che sta per partire. Soprattutto visto che uno dei prodotti tipici della Sardegna arriva a toccare i 50 anni di vita. Un altro anniversario tondo che si uscisse ai tanti che si celebreranno presto, come il 60 anni del Consorzio Costa Smeralda. I festeggiamenti per questo vino molto popolare a nord dell’isola cominceranno proprio ad aprile. Un modo per ripercorrere la sua lunga storia cominciata con una sigla prestigiosa per chi lavora in questo settore. Un marchio, DOC (Denominazione di origine controllata), che assegna valore alle sue proprietà organolettiche rendendole uniche e speciali.

L’evento

Sono queste le grandi opportunità da cogliere al volo. L’amministrazione comunale ha infatti stilato un calendario interessante per mostrare tutte le qualità di questo del Moscato di Sorso-Sennori, che va dal classico, passito fino allo spumante.

Tutte queste sfaccettature verranno approfondite con il supporto della Camera di Commercio Nord Sardegna, l’associazione Città del Vino e l’Associazione Turismo del Vino della Sardegna, in due appuntamenti che sono in programma l’1 e il 2 aprile.

Durante la prima giornata al Centro Culturale Antonio Pazzola di Sennori si terrà il convegno dal titolo Sulle strade del Moscato”. Un evento che non solo si concentra sull’aspetto tecnico relativo alla coltivazione e produzione e sugli aspetti e le potenzialità commerciali di questo vino, ma entrerà nel dettaglio sui temi storici grazie alle testimonianze e al folklore promosso con molta attenzione dalla Confraternita del Moscato Sorso-Sennori, un’associazione che ha saputo rilanciare questo prodotto nei marcati internazionali.

Durante la giornata di sabato questo percorso si farà multisensoriale, proseguendo su delle strade che porteranno a conoscere in maniera ancora più approfondita uno spumante che ha scritto le pagine gastronomiche di questa Regione. Dopo la cerimonia della targa celebrativa del 50enario del Moscato DOC al Centro servizi Rosa Gambella si terrà un trekking urbano suddiviso in varie tappe, con degustazioni esclusive e racconti legati al suo sviluppo tra tradizione e innovazione. Il tutto si concluderà con la proiezione del docufilm Romangia, ricami di terra tra cielo e mare. Storie di vite: da ieri a oggi”, diretto da Maria Paola Cordella, e da un ulteriore appuntamento in programma il 22 luglio dal titolo “Calici di stelle”, che porterà poi alla riscoperta della vendemmia verso i primi giorni di ottobre. Un punto di arrivo che serve si trasformerà in un nuovo slancio del Moscato di Sorso-Sennori.

Riccardo Lo Re

[aps-counter]