Home / Costa Smeralda/Attualità  / Maestrale e regate epiche per il grande successo della Maxi Yacht Rolex Cup

Maestrale e regate epiche per il grande successo della Maxi Yacht Rolex Cup

Una 32esima edizione speciale che ha visto per la prima volta l’ingresso in regata di un’imbarcazione foil. A trionfare nelle classi Svea, Shamanna, Highland Fling XI, Vesper, Capricorno e H2O

Maxi Yacht Rolex Cup

È appena calato il sipario sulla trentaduesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup. Una delle edizioni più spettacolari di sempre grazie anche alle condizioni meteo marine che hanno consentito a questi gioielli del mare di volare a gonfie vele e a velocità sostenute sulle acque cristalline della Costa Smeralda tra Porto Cervo e le Isole dell’Arcipelago di La Maddalena. Prevalentemente venti di maestrale che con una intensità intorno ai venti, venticinque nodi hanno acceso i colori di questo mare unico al mondo e che nel mese di settembre sembra regalare ancora più bellezza. Un resoconto di meraviglia che però non può esulare dal risultato sportivo per una delle regate più importanti della stagione velica mondiale. Perché se è vero che l’ultima giornata è stata annullata per vento troppo forte, oltre i trenta nodi, le giornate precedenti hanno garantito la perfezione di condizioni per assegnare i titoli di Classe.  Nella J Class vince Svea, seguita nellordine da Ranger e Velsheda.Tra i Supermaxi lo Swan 115 Shamanna si impone davanti allo Spirit Yachts 111 Geist. Terzo lo Swan 115 Moat 1. Nella classe Maxi, la più numerosa con 13 yacht, Highland Fling XI è il vincitore davanti al Wallycento Galateia e al Wally 93 Bullitt. Tra i racer puri Mini Maxi 1 Vesper vince seguito da Proteus e Bella Mente. Classifica corta nella classe Mini Maxi 2, dove Capricorno si impone per un punto sul Mylius 80 Twin Soul B e tre punti sul Wally 78 Rose. H2O vince nettamente nella categoria Mini Maxi 3&4 con quattro primi posti. Seguono nellordine il Mylius 65 FD Oscar 3 e il Dehler 60 Blue Oyster. Grande la soddisfazione degli organizzatori, Yacht Club Costa Smeralda, International Maxi Association e il title sponsor Rolex per la riuscita dell’evento.

«La Maxi Yacht Rolex Cup è un evento speciale – ha commentato il Commodoro dello YCCS, Michael Illbruck-, direi unico, che siamo orgogliosi di organizzare. A Porto Cervo si ritrovano alcuni dei migliori velisti del mondo a bordo sia dei J Class, progettati negli anni 30 del Novecento, che sui Maxi allavanguardia dello yacht design. Continueremo ad alzare lasticella, con la volontà di proseguire sulla rotta dellinnovazione e delleccellenza. Ringrazio il nostro partner Rolex, il Comitato di Regata, la Giuria internazionale, lo staff dello YCCS, gli armatori e tutti i velisti e mi congratulo con i vincitori di questa 32^ edizione dellevento».

La trentaduesima edizione è stata di certo caratterizzata per l’ammissione, per la prima volta nella sua storia, di una imbarcazione foil. Ed è infatti così che è stato possibile veder volare in regata, in una categoria speciale Mini Maxi 0, la FlyingNikka, un concentrato di tecnologia appena varato e utilizzato subito per questa prestigiosa competizione. Da lunedì 12 in acqua i Cigni della “Swan Cup” con più di cento imbarcazioni in mare.

Davide Mosca

[aps-counter]