Home / Destinazione  / Dintorni  / Luci nel bosco, al Museo Nivola l’installazione a cura di Heart Studio

Luci nel bosco, al Museo Nivola l’installazione a cura di Heart Studio

L’inaugurazione si terrà il 22 dicembre con il live eletronics di Cristõf, i concerti di Gavino Murgia Trio Megalitico e del Tenore di Oniferi.

Regali di Natale in netto anticipo al Museo Nivola di Orani. L’associazione ha scelto di chiudere la stagione con Luci nel bosco, progetto a cura di Heart Studio.  L’inaugurazione è prevista il 22 dicembre al Padiglione Tavolara dove alle 18:30 si terrà l’incontro con Heart Studio cui seguirà il live eletronics di Cristõf, i concerti di Gavino Murgia Trio Megalitico e del Tenore di Oniferi.

Luci nel bosco è una splendida installazione che mostra la grazia dei nidi degli uccelli e l’essenzialità delle architetture primordiali, legando insieme la leggerezza della natura e l’ingegnosità umana, per esplorare il bisogno, condiviso tra animali e esseri umani, di un rifugio e di una casa.

Heart Studio, fondato da Bruno Savona e Martina Silli a Treviso nel 2009, fonda il suo stile su una stretta connessione tra manuale e digitale. Il gruppo ha come obiettivo di sviluppare progetti capaci di provocare reazioni espressive ed emotive sfruttando il linguaggio autentico di differenti discipline come fotografia, grafica, illustrazione, arti plastiche e visive.

Al centro di questa installazione un nido come una reliquia della natura, fatta di tronchi, rami intrecciati e materiali grezzi. Per gli organizzatori si tratta di uno sguardo sospeso nel tempo, un ponte tra il passato e il presente attraverso la forza dell’arte. Questo grazie anche alle sensazioni che si provano di fronte all’opera, dove Luci di diversa intensità vengono diffuse tra gli elementi dell’installazione,  generando l’atmosfera calda del crepuscolo o i primi focolari accesi nelle caverne. Allo stesso tempo un delicato paesaggio sonoro attraversa l’installazione, portando con sé sussurri di antiche storie e segreti, di luoghi lontani e della natura selvaggia. «Nel silenzio invernale della natura addormentata, – si legge nella nota – piccoli bagliori danzano nell’aria, formando trame luminose, promesse di un nuovo inizio che prende forma nell’oscurità, segnali di transizione, di evoluzione, della bellezza del ciclo perpetuo della vita che si rinnova».

Luci nel bosco è un omaggio al solstizio d’inverno, il giorno più breve dell’anno con il sole che ricomincia a riprendersi la scena tramite la sua luce in una lotta perpetua con il buio. Per questo i visitatori sono invitati a immergersi in questo paesaggio e a lasciarsi trasportare dal tempo in modo da esplorare forme, suoni e profumi, e riflettere sulla pace, sull’armonia e sulla bellezza di tutto ciò che ci circonda.

Riccardo Lo Re

[aps-counter]