Home / Dintorni/Attualità  / Le meraviglie dello sport al San Teodoro Sport Experience

Le meraviglie dello sport al San Teodoro Sport Experience

Per tutti i gusti, amanti delle attività in mare, ma anche a terra. Il tutto con l’obiettivo di scoprire e riscoprire la bellezza del mare fuori stagione e di viverlo tutto l’anno grazie allo sport

San Teodoro

Vedere centinaia di persone mettersi in gioco con sport nuovi e avvincenti è stato sicuramente motivo di orgoglio e soddisfazione per gli organizzatori del San Teodoro Sport Experience. Soprattutto perché il tempo ha provato a fare qualche sgambetto con nuvole e qualche goccia di pioggia soprattutto nella giornata di domenica. Ma chi è amante dello sport all’aria aperta si sa non si fa certo scoraggiare, perfino nell’indossare una muta e andare in acqua per provare l’ebbrezza della prima navigazione sul windsurf. Guidati da istruttori federali qualificati come Francesca Alvisa, Nicola Canalis del Windsurf Club Coda Cavallo, Eugenio Patrone di Surf Star o decine di nuovi windsurfisti, piccoli e adulti, hanno provato gratuitamente l’ebbrezza della magia di questo sport. L’equilibrio su tavole apposite, il recupero della vela, la navigazione, l’interpretazione del vento e delle andature, le manovre come virate e strambate. Grande divertimento, qualche tuffo in acqua e la promessa di voler proseguire anche in futuro.

C’è stato poi anche il tempo per simpatiche staffette a bordo dei “Sup” che hanno visto i partecipanti sfidarsi all’ultima pagaiata. Presente all’evento anche Point 7, azienda italiana leader nella produzione di vele da windsurf, con tutta la gamma 2023 dei prodotti del marchio in esposizione in bella mostra proprio all’ingresso della spiaggia. E i materiali della casa nostrana hanno suscitato grande interesse da parte di tutti gli appassionati che hanno potuto soddisfare tutte le curiosità. Non solo windsurf, perché la due giorni organizzata dalla vulcanica Manuela Ferro, istruttrice di fitness e organizzatrice di eventi,  con la collaborazione e il supporto del Comune di San Teodoro è stata molto di più. A partire dalle lezioni di acqugym e tabata, che hanno visto la presenza di tantissimi iscritti che si sono cimentati in attività in mare e a terra. Senza dimenticare il golf, con le lezioni propedeutiche in spiaggia e la straordinaria presenza di Vip del calibro del fuoriclasse del calcio Gianfranco Zola e di Jimmy Ghione, volto noto di Striscia la Notizia e della tv. La domenica è stata la giornata dedicata alle escursioni a cavallo e a piedi su percorsi mozzafiato alla scoperta della bellezza incontaminata di questi luoghi. «Siamo molto soddisfatti per come è andata la manifestazione – ha commentato Manuela Ferro -.

Abbiamo visto tanta gente partecipare alle nostre lezioni, noi avevamo in mente un evento che potesse lanciare la stagione, ma che dimostrasse sempre di più come la nostra spiaggia potesse essere vissuta tutto l’anno grazie allo sport. I numeri sono dalla nostra parte e ringrazio l’amministrazione comunale che ha creduto fortemente in questo progetto così come tutte le associazioni che hanno aderito all’iniziativa.

Questo è l’anno zero e siamo sicuri di poter fare ancora meglio l’anno prossimo, abbiamo, poi, anche qualche sorpresa che sveleremo nelle prossime settimane e che chiaramente riguarderà sempre lo sport».

Sulla stessa lunghezza d’onda le parole di Nicola Canalis, che da tempo investe tempo e risorse per la promozione del windsurf soprattutto tra i giovanissimi: «Il windsurf è lo sport più bello del mondo, lo dimostrano i sorrisi e il divertimento che bambini e adulti che tutti hanno provato durante le lezioni. Siamo molto contenti perché avremo nuovi praticanti che verranno qui a fare sport. Scoperta e riscoperta del mare d’inverno. Perché qui abbiamo tutto, il mare più bello del mondo, una spiaggia, La Cinta, che ci invidiano dappertutto, il vento, temperature miti e tradizione enogastronomica senza eguali. Dobbiamo solo farci trovare pronti per accogliere la richiesta dei tanti sportivi, anche campioni internazionali che più volte hanno manifestato l’intenzione di venire qui a vivere d’inverno per allenarsi in vista delle stagioni agonistiche. Siamo sulla strada giusta e credo davvero che lo sport sia la vera chiave della destagionalizzazione».

Davide Mosca

[aps-counter]