Home / Moda & Accessori  / Orologi & Gioielli  / Il tempo magico di Van Cleef & Arpels

Il tempo magico di Van Cleef & Arpels

Tre nuovi automi, tre Objets Extraordinaires sublimano il savoir-faire della Maison nella misurazione del tempo con creazioni sospese che celebrano la bellezza della natura, la poesia dell’amore, il mistero della danza celeste dei pianeti

Van Cleef & Arpels

Per Van Cleef & Arpels il tempo è magia, quando si sublima nelle forme oniriche degli automi che, da oltre un secolo, costituiscono una delle più riconoscibili creazioni della Maison. Fin dal 1906, anno della sua fondazione, Van Cleef & Arpels ha incantato con oggetti straordinari, creazioni sospese tra gioielleria, orologeria e mestieri d’arte. Dopo l’Automate Fée Ondine del 2017, quest’anno nascono tre nuovi Objets Extraordinaires, automi che esplorano il cosmo o gettano uno sguardo nel cuore della natura. Opere il cui sviluppo richiede anni di ricerca e di lavoro e che uniscono movimento e musica, per raccontare nuove storie.

Automate Planétarium e la danza celeste

La riproduzione figurativa del cielo accompagna l’uomo dalla notte dei tempi. Nel 2014 Van Cleef & Arpels aveva ridotto le dimensioni del planetario per adattarle al polso con l’orologio Midnight Planétarium. Otto anni dopo, la Maison reinterpreta il planetario con l’Automate Planétarium, che raffigura il Sole e i pianeti del suo sistema visibili a occhio nudo dalla Terra: Mercurio, Venere, la Terra – accompagnata dalla Luna -, Marte, Giove e Saturno. Ogni astro si muove secondo il suo reale periodo di rotazione e, attivata l’animazione, una stella cadente appare da uno scomparto segreto e sorvola il quadrante indicando l’ora; il ballo dei pianeti è accompagnato da una melodia composta in collaborazione con il musicista svizzero Michel Tirabosco. In questa danza, un pianeta su due ruota in senso opposto rispetto al suo senso naturale, donando all’insieme un’aura di poesia. Sulla base ci sono le indicazioni di ore, minuti, giorno/notte, calendario perpetuo e riserva di carica. La boîte à musique e il carillon sono visibili attraverso uno sportello. Oro bianco, giallo, rosa, diamanti, zaffiri di vari colori, rubini e granati fanno dell’automa una preziosa opera d’arte.

Automate Fontaine aux Oiseaux, il tempo dell’amore

Qui, una coppia di uccelli che si abbevera a una fontana dà vita a un doppio spettacolo. Sulla base, una piuma si sposta lungo la scala del tempo; trascorse dodici ore, torna al punto di partenza per ricominciare la corsa per la mezza giornata seguente. Quando è azionato, l’automa si anima per un minuto circa, rivelando una dolce scena. L’acqua si increspa, una ninfea schiude i petali, una libellula si alza in volo sbattendo le ali e ruotando leggermente.

Gli uccelli si svegliano e il loro canto risuona grazie all’assemblaggio di un mantice e di una scatola sonora; alzano la testa e sbattono le ali e, cantando, si avvicinano mentre le zampe si sollevano l’una dopo l’altra con un movimento realistico. Finito lo spettacolo, la libellula si posa, gli uccelli tornano al loro posto e la ninfea si richiude. Questo teatro della natura è intessuto di diamanti, zaffiri, granati, smeraldi, lapislazzuli, madreperla, abbinati a oro bianco e giallo.

Automate Rêveries de Berylline: incanto naturale

La natura è protagonista anche in questo automa sotto forma di una graziosa creatura alata. Un fiore sbocciato in un giardino immaginario si anima a richiesta e dischiude i petali, al centro dei quali un colibrì sta per spiccare il volo. Il movimento dell’uccellino è frutto di numerose ore di ricerca e di prove, per far sì che le ali si spieghino con realismo e che, per qualche istante, sbattano a un ritmo naturale. Il colibrì ritrova poi il suo posto al centro della corolla, che richiude i petali avvolgendolo. Una foglia d’acanto in oro lucidato a specchio con diamanti completa la creazione e collega il fiore alla base dell’oggetto, dove un disco girevole e una seconda foglia permettono di leggere l’ora. Oro bianco, giallo, rosa, porfido, diamanti, granati, lapislazzuli sono l’anima di un automa che è uno spettacolo di mestieri d’arte.

[aps-counter]