Home / Gourmet  / Prodotti Tipici  / Il finocchietto dalle mille proprietà e usi

Il finocchietto dalle mille proprietà e usi

Amico della dieta e delle ricette dolci e salate, è conosciuto da sempre per la sua grande versatilità e il suo sapore dolce e gradevole

finocchietto

Il finocchietto è una pianta comune nei climi mediterranei che all’occhio di chi la vede risulta ricca di ramificazioni verdi e punteggiate, in estate, da piccoli fiori di colore giallo.

In cucina i suoi usi sono vari e deve la sua buona fama al fatto che se ne possono impiegare davvero tutte le parti. I semi, in realtà dei veri e propri frutti, specialmente in Sardegna vengono usati per condire insalate e carni come la salsiccia e la porchetta. Il loro sapore è deciso e spesso di avvicina a quello dell’anice, diventando così l’accompagnamento perfetto alle ricette a base di carne. Le foglie verdi sono un’ottima guarnizione mentre la loro base bianca detta “a fittone” -quello che viene identificato come vero e proprio finocchio- è perfetta per bolliti, stufati, insalate ma anche da gustare al naturale specialmente dopo grandi pasti. Proprio questa è la parte che veniva anticamente offerta agli avventori delle osterie così che, mangiando prima il finocchio, il sapore della pianta rendesse più gradevole quello del vino della casa, spesso di bassa qualità.

Si tratta di un alimento perfetto anche per realizzare infusi benefici e olii essenziali, sempre da consumare con moderazione e previo un consulto con il proprio medico. Per esempio le sue proprietà lo rendono un aiuto ideale contro nausea, coliche e tosse, nonché un alleato per la regolarizzazione del ciclo mestruale, dal momento che possiede una buona quantità di flavonoidi e fitoestrogeni che vanno ad incidere proprio sui livelli di ormoni femminili. È perfetto per chi vuole depurare il proprio corpo poiché aiuta il fegato e i reni.

Sempre in Sardegna, infine, il finocchietto è il protagonista della tradizionale ricetta del liquore omonimo: si tratta di un preparato a base di alcool, semi e foglie verdi di finocchio che dopo 15 giorni in infusione diventa la bevanda perfetta per il dopo pasto, dal gradevole sapore balsamico e le proprietà digestive.

Benedetta Piras

Crediti foto:

  1. Katrina Wright da Unsplash
  2. Pixabay da Pexels

[aps-counter]