Home / Notizie  / One Ocean/News  / Business for Ocean Sustainability tra i vincitori del Responsible Business Education Awards 2023

Business for Ocean Sustainability tra i vincitori del Responsible Business Education Awards 2023

One Ocean Foundation è orgogliosa di annunciare il prestigioso riconoscimento internazionale al progetto di ricerca incentrato sulla relazione tra aziende e sostenibilità dell’oceano Il Responsible Business Education Awards è un prestigioso riconoscimento internazionale che premia le

One Ocean Foundation è orgogliosa di annunciare il prestigioso riconoscimento internazionale al progetto di ricerca incentrato sulla relazione tra aziende e sostenibilità dell’oceano

Il Responsible Business Education Awards è un prestigioso riconoscimento internazionale che premia le ricerche accademiche di maggior impatto sulla società e sulla sostenibilità: un premio dedicato a specifici progetti che influenzano la politica e l’economia, con particolare attenzione all’innovazione e all’impatto climatico.

Tra i vincitori dell’edizione 2023, spicca la ricerca scientifica che ha condotto alla redazione del paper “Business for ocean sustainability: Early responses of ocean governance in the private sector”- pubblicata sulla prestigiosa rivista Ambio. La ricerca si è distinta per la sua visione pionieristica e la capacità di mettere in evidenza l’importanza cruciale dell’oceano nell’affrontare le attuali sfide legate al cambiamento climatico, sottolineando ancora una volta il ruolo di One Ocean Foundation come punto di riferimento internazionale per guidare le aziende verso un’economia più sostenibile.

La relazione tra il mondo delle imprese e l’oceano
Ogni anno, il Responsible Business Education Awards si occupa di selezionare le ricerche accademiche con maggior impatto sulla società: pubblicazioni e attività di divulgazione che contribuiscano a fare la differenza nel mondo che ci circonda. I progetti sono stati valutati da una giuria selezionata che ha esaminato con particolare attenzione i temi legati all’innovazione e alla sostenibilità.

Le candidature dell’edizione 2023, secondo il Financial Times, riflettono un netto miglioramento della qualità dei materiali didattici sulla sostenibilità, evidenziando nuovi modi di fare ricerca in modo sempre più inclusivo.

Il progetto Business for Ocean Sustainability è stato riconosciuto dal Financial Times come un’eccellente sinergia di ricerca accademica e pratica, affrontando un argomento notoriamente poco studiato. L’edizione 2023 ha confermato così che l’impegno per la salvaguardia degli ecosistemi marini è essenziale per il futuro delle imprese e del nostro Pianeta.

Il progetto Business for ocean sustainability
L’articolo risultato vincitore del Responsible Business Education Awards rientra all’interno del progetto di ricerca più ampio “Business for ocean sustainability”, sviluppato da One Ocean Foundation in collaborazione con SDA Bocconi, McKinsey & Company e CSIC (il Consiglio Nazionale delle Ricerche spagnolo).

L’obiettivo è quello di riaffermare il ruolo centrale delle imprese nella salvaguardia di un oceano sano, raccogliendo informazioni su come affrontano le sfide legate alla tutela ecosistemi marini e costieri, sia in termini di consapevolezza sia di azioni concrete intraprese per affrontarle.

Il progetto ha coinvolto inoltre 56 scienziati da istituti di ricerca di rilievo, analizzando le pressioni dirette e indirette di aziende in 20 Paesi e associate a 17 settori industriali diversi. Utilizzando l’elaborazione del linguaggio naturale e l’intelligenza artificiale, il team di ricerca ha esaminato la serietà con cui un ampio numero di aziende affrontano le sfide legate all’oceano. I risultati hanno dimostrato come SDG 14 (“La vita sott’acqua”) sia, purtroppo, tra i meno prioritari per le aziende. Inoltre, solo la metà di esse era consapevole dell’impatto e delle sfide legate all’oceano nei propri settori.

L’aspetto fondamentale della ricerca è alla creazione dell’Ocean Disclosure Initiative, il primo quadro di riferimento a livello globale volto a sensibilizzare le imprese sulle pressioni sull’oceano, favorendo la trasparenza su dati chiave e fornendo una metodologia per valutare i rischi aziendali legati agli ecosistemi marini.