Home / Stili di Vita  / Arte-Cultura  / Barumini e Mont’e Prama, l’accordo per la promozione culturale

Barumini e Mont’e Prama, l’accordo per la promozione culturale

Le due Fondazioni si sono unite per offrire una nuova proposta culturale in Sardegna a livello nazionale e internazionale

Barumini

I due siti distano 76 chilometri se si decidesse di usare la macchina. Barumini si trova nel cuore della Sardegna, nel centro della Marmilla, mentre la necropoli di Mont’e Prama dista non troppo lontano dallo stagno di Cabras, con il mare che le copre le spalle da lontano. Queste due Fondazioni da oggi si sono unite nel segno della cultura. Un accordo complessivo che andrà ad arricchire il fitto programma di eventi in Regione. Le più grandi realtà del territorio hanno sentito il bisogno di unire le forze per creare quella sinergia necessaria a trasmettere un’esperienza completa e immersiva. La promozione deve anche dipendere dalle voci dei suoi protagonisti, ed è per questo che l’accordo siglato a Barumini rappresenta un ulteriore passo in avanti nella ricerca di un punto di vista condiviso. Ma nello sviluppare un programma insieme si avrà inoltre a disposizione un sostegno reciproco in ottica internazionale, creando i presupposti per un percorso di crescita sostenibile.   

L’obiettivo

L’intesa tra la Fondazione Barumini Sistema Cultura e la Fondazione Mont’e Prama, siglata da Emanuele Lilliu e Anthony Muroni, ha dunque l’obiettivo di diffondere la conoscenza dei territori sposando un progetto comune da costruire nel corso del tempo. Il programma prevedrà un ricco calendario di eventi e attività che andranno a promuovere questi siti archeologici.

«Quello che abbiamo firmato è un accordo storico che unisce le principali realtà sarde che promuovono il patrimonio archeologico e culturale in Sardegna – commenta Lilliu – con questa collaborazione puntiamo ad ampliare le possibilità di promozione dei nostri territori, proiettando il patrimonio locale in ambito nazionale e internazionale. Con la Fondazione Barumini – aggiunge Lilliu – metteremo a distinzione la nostra esperienza di gestione di un sito Unesco per rafforzare insieme a un importante partner come la Fondazione Mont’e Prama, nuovi percorsi mirati a intercettare e rafforzare i flussi turistici».

«L’invito a visitare il sistema Barumini e a incontrare il Cda della Fondazione ha rappresentato un significativo gesto di apertura. – conclude Muroni – che coincide con la missione del sistema Mont’e Prama: costruire reti, relazioni e esperienze comuni. L’accordo che abbiamo siglato è solo il primo passo di un percorso che rappresenta una significativa novità nel panorama sardo. La Civiltà nuragica, di cui Barumini è simbolo col suo sito Unesco, e i Giganti di pietra non possono essere raccontati e mostrati al mondo se non in un’ottica di stretto collegamento e ideale continuità culturale e storica».

I primi effetti di questo accordo si vedranno a partire dal mese di giugno e proseguiranno verso settembre 2022. Sul tavolo ci sarà la possibilità di realizzare uno stand condiviso in occasione di Archeologika, che la Fondazione Mont’e Prama proporrà nella passeggiata coperta di Cagliari.

Riccardo Lo Re

[aps-counter]