Home / Dintorni/Attualità  / Ai mondiali in Portogallo trionfo dell’olbiese Cassitta, Barabino di Young Azzurra nei top venti nella classe ILCA7

Ai mondiali in Portogallo trionfo dell’olbiese Cassitta, Barabino di Young Azzurra nei top venti nella classe ILCA7

Gli atleti azzurri hanno detto loro nelle classi Laser portando a casa successi, medaglie e ottime posizioni in categorie combattutissime

Portogallo

Alle grandi competizioni veliche mondiali si continua a parlare italiano. Con successi e vittorie. L’ultima in ordine di tempo è stata registrata in Portogallo, VIllamoura, ai mondiali Laser Youth dove gli azzurri hanno ben figurato combattendo in classi agguerritissime con atleti provenienti da tutto il mondo. La soddisfazione più grande l’ha avuta sicuramente l’olbiese Nicolò Cassitta dello Yacht Club Olbia che si è laureato campione mondiale ILCA4 conquistando il podio per ben due volte agguantando anche il titolo mondiale under 16. Ottime prestazioni di Massimiliano Antoniazzi quinto, Davide Chemasi quinto negli under 16, ma anche di Rayene El Haddad e Leonardo Locci.

Un po’ di rammarico nella categoria ILCA7 per l’atleta portacolori dello Yacht Club Costa Smeralda e del progetto Young Azzurra, Cesare Barabino. Il velista olbiese si è confrontato con altri 158 atleti in una regata caratterizzata da condizioni meteo molto instabili e vento leggero che hanno consentito di disputare solo sette prove in sei giorni.

Nonostante ciò, Barabino è rientrato nella top venti posizionandosi al diciassettesimo posto dietro ad un altro azzurro, Pietro Giacomoni. «È stato un campionato caratterizzato da lunghissime attese – ha commentato Barabino -, le condizioni di vento leggero hanno limitato molto la competizione. In alcune prove abbiamo dovuto regatare con vento leggerissimo, quasi al limite, riuscendo a portare a termine solo sette prove su dodici previste di cui solamente due di finali, ovvero a scontro diretto tra i migliori 80 della flotta. Concludo al diciassettesimo posto, sicuramente un buon piazzamento, diciamo però un risultato lontano dal soddisfare le mie aspettative e dal ripagare gli sforzi fatti per preparare questo Campionato Mondiale. Lesperienza che porto a casa è sicuramente preziosa, con vari spunti per allenarmi in maniera più proficua. In questi giorni preparerò il programma di allenamento per il finale di stagione che vede come primo impegno il campionato italiano classi olimpiche, ai primi di novembre, per poi andare, la settimana successiva, a Hyeres in Francia per il Campionato Europeo assoluto». Young Azzurra è il programma dello Yacht Club Costa Smeralda per tenere vivo il mito delle imprese del passato, della barca che fece sognare gli italiani in Coppa America per ben due volte e poi nella prestigiosa Tp52 con la conquista di innumerevoli titoli e mondiali, per passare dalla classe foil Persico 69F e arrivare al nuovo corso lanciato per la stagione 2022. Un progetto per supportare i giovani talenti sardi nel percorso agonistico di regate a caratura mondiale ed olimpica.

Davide Mosca

[aps-counter]