Home / Stili di Vita  / In Motion  / WHY200, l’Hybrid Yacht made in Monaco

WHY200, l’Hybrid Yacht made in Monaco

Il superyacht che supera i limiti della nautica da diporto, coniugando ampi spazi e velocità

WHY200, l’Hybrid Yacht made in Monaco

Il superyacht che supera i limiti della nautica da diporto, coniugando ampi spazi e velocità

Comfort, lusso e tanto spazio abitale. Lo studio navale Wally Yachts presenta WHY200, un super-yacht dI 27 metri completamente attrezzato e pensato per venire incontro alle esigenze del futuro. Sviluppato dal design team di Luca Bassani in collaborazione con il Ferretti Group Engineering Department, WHY200 promette di unire lo spazio di uno yacht dislocante con le prestazioni e la velocità di uno semidislocante  di dimensioni minori.

Curato in partnership con Studio A.Vallicelli&C, l’interior design all’avanguardia di WHY200 incorpora lo spazio destinato ai camminamenti esterni in un’unica sala centrale, più grande del 50% rispetto a quelle della stessa categoria. Questa zona è collegata ai ponti per mezzo di una scala centrale, che fa anche da supporto strutturale all’imbarcazione. Tutto questo si concretizza in oltre 200mq di area living coperta, upper deck (22mq) e main deck (100mq) inclusi. Liberando il volume in eccesso dagli interni, il team di Wally Yacht ha potuto realizzare una lussuosissima suite di 37mq a prua del ponte centrale. Da questo alloggio, l’armatore potrà godere di una vista ininterrotta a 200 gradi grazie alle vetrate ad ampio respiro, come se si trovasse a diretto contatto con il paesaggio marino. «[…]siamo particolarmente orgogliosi di quello che abbiamo ottenuto con questo layout rivoluzionario», ha commentato a riguardo Luca Bassani, fondatore e Chief Designer di Wally. Sul ponte inferiore, invece, a seconda del layout personalizzabile scelto, potranno essere disposte fino a quattro cabine doppie per gli ospiti, mentre nella zona equipaggio – di ben 32mq – saranno disponibili servizi, cucina e tre cabine, per un massimo di cinque persone.

Gli ambienti esterni

I 144mq degli ambienti esterni sono stati studiati per permettere ai passeggeri di rilassarsi all’aria aperta, ma costantemente al riparo dagli agenti atmosferici. Il top, senza montanti, protegge il ponte principale prolungandosi verso la poppa, mentre pannelli laterali in vetro riparano la zona pranzo e relax.  Viene così a crearsi un ambiente luminoso e senza soluzione di continuità con le vetrate del salone principale, che regala così una vista a tutto tondo sul panorama esterno. Oltre a comodi lettini, gli ospiti potranno godere di un immenso Beach Club di 32mq con accesso al mare su tre lati. «Con WHY200 abbiamo realizzato un’ imbarcazione fruibile in famiglia o con gli amici, che non scende a compromessi, sfidando tutti gli stereotipi legati al concetto di yacht e al suo utilizzo», ha dichiarato a riguardo Stefano de Vivo, Managing Director di Wally.

Gli interni

Agli ampi spazi abitabili, WHY200 affianca il fascino della velocità ed è il primo Hybrid Yacht della casa di Monaco. La sua natura ibrida permetterà di navigare sia in assetto dislocante che semidislocante, per una velocità fino a 20 nodi in modalità “hyper displacement”. L’imbarcazione avrà la possibilità di cambiare assetto per un risparmio dei consumi. L’architettura navale è stata progettata insieme allo studio di architettura navale Laurent Giles, per garantire livelli di comfort nelle diverse velocità selezionabili, eliminando il rollio in rada e garantendo la stabilità della carena. La presentazione di WHY200 è fissata per settembre 2021, in occasione della Ferretti Group Private Preview che si terrà a Monaco. (Francesco di Nuzzo)

[aps-counter]