Home / Destinazione  / Dintorni  / Dintorni/Mete  / Le Conche di Pulchiana a due passi da Tempio Pausania

Le Conche di Pulchiana a due passi da Tempio Pausania

Proprio quando pensi di aver visto tutti i paesaggi della Sardegna, l’isola ti sorprende ancora una volta

Conche di Pulchiana

Dalle domus de janas fino ai grandiosi nuraghe e alle tombe dei giganti, su quest’isola i popoli si sono succeduti nel corso dei millenni dando vita a misteriose quanto affascinanti strutture che ancora si ergono dalla macchia mediterranea come silenziosi e vigili testimoni della loro grandezza.

Per ammirare alcune tra le più belle di queste opere basta percorrere le campagne della Gallura: qui i borghi medievali, i bellissimi stazzi e le strutture delle civiltà nuragiche coesistono in perfetta armonia tra loro su itinerari indimenticabili alla scoperta del folklore sardo.

La Conche di Pulchiana a Tempio Pausania

Proprio in questa zona troverai forse le più curiose di tutte, delle piccole strutture chiamate Conche di Pulchiana situate a pochi chilometri dalla cittadina di Tempio Pausania. Fatate come le domus de janas e proprio come queste ultime utilizzate dall’uomo come riparo per sé e per i suoi animali, le conche non sono altro che veri e propri tafoni scavati e a volte chiusi da un muro frontale.

A vederle da lontano le conche sono massi come altri, ma avvicinandoti potrai osservarle con gli occhi di chi qui ha trovato un luogo in cui riposarsi o ripararsi dagli elementi fin dall’antichità.

Tra questi poi, se ne nasconde uno ancora più curioso, chiuso da un muro e al quale si può accedere da una porticina di legno: la struttura quasi fatata è chiamata Conca Fraicata ma chi l’ha vista di persona l’ha ribattezzata in modo affettuoso “la casa dei puffi”, per il suo aspetto di piccola dimora separata dal resto della roccia quasi come un fungo che spunta dal terreno.

Per visitare le conche dovrai immergerti nella più ampia cornice del Monte Pulchiana e della valle che lo circonda e si estende intorno ad esso insieme alla macchia mediterranea fatta di sugherete, fiori di cisto, lecci e arbusti dai profumi unici. Il monte di per sé è uno spettacolo: considerato il monolite granitico più grande della Sardegna, si erge dal terreno in tutta la sua grandezza e lo domina per chilometri. Gli itinerari che ti porteranno alla scoperta di questi luoghi sono diversi per lunghezza e difficoltà, adatti sia alle passeggiate che al climbing. Grazie ad essi, potrai ammirare gli stessi scenari che millenni fa hanno calcato anche gli uomini nuragici e i popoli che hanno vissuto qui dopo di loro.

Come arrivare

Da tempio Pausania, lascia la città in direzione nord imboccando via Palau. Una volta lasciato il centro abitato, continua sulla ss 133 di Palau per circa 9 Km, quindi svolta a sinistra in direzione Monte Pulchiana e segui la strada sterrata per arrivare a destinazione.

Benedetta Piras

Credits

  1. @ilmandrone da Instagram
  2. @flaviocanu da Instagram
  3. HrodebertRobertus da Flickr, CC BY-ND 2.0

[aps-counter]