Home / Destinazione  / Costa Smeralda  / Costa Smeralda/Mete  / In Costa Smeralda è tempo di trekking!

In Costa Smeralda è tempo di trekking!

Daniela Dore ed Erica Costa con Trekking & nature Life coaching sono pronti a trasmettere la bellezza della natura sarda

Costa Smeralda

L’estate è ormai un ricordo, ma in Costa Smeralda il sogno non smette mai di risplendere con la sua bellezza. Tutti sanno quanto è importante stare a contatto con la natura. Quando il sole o il vento cominciano a sfiorare la nostra pelle ci si sente di fatto parte di qualcosa di più grande. Un sentimento che dalla profondità della terra raggiunge la vetta dei monti presenti in Sardegna. Il bello si essere in Gallura è proprio questo. Da un lato ti giri e ti trovi il mare azzurro accompagnato da un suono dolce proveniente dalle onde color smeraldo. Dall’altro invece osservi il granito e la roccia prendersi la scena regalando uno spettacolo unico al nostro sguardo. Dunque, non c’è da stupirsi che anche in questo periodo dell’anno, dall’autunno fino all’inverno, la Costa Smeralda continua a essere una meta turistica. Certo, diversa dal periodo diversa, ma non per questo bisogna tralasciare quel flusso di emozioni che spinge parte dei turisti amanti del trekking a raggiungere la sponda gallurese.

Il programma

Da questo punto di vista Daniela Dore ed Erica Costa entrano in gioco con una proposta cucita su misura per chi è intenzionato a trovare benessere in questi ultimi mesi del 2022. Quattro giornate di immersione nella natura incontaminata della Costa Smeralda in un programma denominato Trekking & nature Life coaching. È riduttivo infatti pensare a questi percorsi solo come un toccasana per il corpo.

L’evento, in programma dall’8 all’11 dicembre 2022, unisce per l’appunto il concetto di viaggio con quello di una maggiore connessione con la natura utilizzando la creatività. Queste escursioni diventeranno allo stesso tempo un percorso interiore che comincerà l’8 dicente con i colori intensi della spiaggia del Grande Pevero e continuerà il giorno seguente con una tappa alla scoperta degli stazzi di San Pantaleo. Storia e natura diventano un tutt’uno con questa esperienza, consentendo alla gente di spingere i propri sensi oltre ogni limite, in cerca di un equilibrio perfetto come accadrà il 10 dicembre sempre a San Pantaleo.

Riccardo Lo Re

[aps-counter]