Home / Gourmet  / La nuova collaborazione ultra-limitata di Glenturret con James Turrell è di sole 80 bottiglie di whisky

La nuova collaborazione ultra-limitata di Glenturret con James Turrell è di sole 80 bottiglie di whisky

L'artista americano James Turrell ha creato Eight Decades, un decanter in vetro in edizione limitata realizzato con il marchio di bicchieri francese Lalique che attinge alle "forme egiziane".

Glenturret

Per celebrare l’ottantesimo compleanno di Turrell, Lalique ha annunciato l’uscita di una miscela di whisky in edizione limitata. Per onorare non solo l’arte, il lavoro e l’artigianato di Turrell, ma anche dei distillatori di The Glenturret e dei maestri vetrai di Laique, saranno disponibili per l’acquisto 80 bottiglie di Eight Decades. Gli eleganti e raffinati decanter conterranno whisky selezionati dal Maestro Whisky Maker Bob Dalgarno, che ha scelto whisky da botti datate dal 1987 al 1998 per rappresentare ogni decennio della vita di Turrell. James Turrell, noto soprattutto per le sue installazioni luminose su larga scala, ha progettato la bottiglia per celebrare il suo 80° compleanno il 6 maggio. Il decanter presenta un tappo piramidale blu intenso che fa riferimento all’Egitto e ai “suoi monumenti in cui la luce serviva a scopi cerimoniali”, secondo Lalique. L’artista ha anche voluto che il decanter Eight Decades, che viene venduto pieno di whisky della distilleria Glenturret, facesse cenno alle due bottiglie di profumo che ha creato per Lalique l’anno scorso. “Volevo che avesse la stessa sensibilità delle bottiglie di profumo”, ha detto Turrell a Dezeen. “È la fusione di due universi dove la forza e il peso del fondo del decanter si spostano verso la forma ‘Anda’ delle spalle” “Un tributo all’Egitto – piramidi e stupa – queste forme architettoniche sono interculturali con le forme egiziane”, ha continuato. “Muovono qualcosa di profondo dentro di me.” La bottiglia ha una base quadrata che si allarga salendo a formare delle “spalle” arrotondate su cui poggia il collo di bottiglia. Questo è stato iniettato con cristallo viola in una tonalità pallida che contrasta con il tappo blu intenso. Sebbene le sue collaborazioni con Lalique rappresentino un tipo di lavoro diverso rispetto ai suoi pezzi di luce, Turrell afferma che ci sono somiglianze e connessioni tra i suoi progetti e quelli di René Lalique, che ha fondato il marchio di bicchieri. “Riconosco affinità artistiche con René Lalique, noto anche come scultore della luce”, ha detto Turrell. “Sì, ma sono su una scala diversa. Sono rimasto impressionato da tutti i suoi lavori, in particolare i tappi delle caraffe con le ali spiegate”, ha aggiunto. “La figura dell’angelo, sia letterale che metaforica, ha ispirato René Lalique. La collego a questioni spirituali di portata più ampia. I suoi interessi celesti sono come i miei.” La creazione della bottiglia si è rivelata impegnativa per Lalique, poiché il marchio doveva garantire che il cristallo fosse distribuito uniformemente in modo che fosse abbastanza trasparente da “ingigantire” il whisky all’interno. Glenturret ha selezionato whisky da otto botti diverse per riflettere diverse “sfaccettature degli otto decenni della vita di James Turrell, il suo carattere e la sua vocazione”, ha affermato il marchio. Secondo l’artista, lavorare con il vetro era simile a lavorare con la luce. “Il cristallo trattiene la luce come l’acqua”, ha detto. “L’acqua è spirito e il cristallo è liquido; cioè, il vetro è ugualmente liquido mascherato da solido. L’acqua e il cristallo diventano un detentore di luce e spirito.” Il decanter Eight Decades, venduto in una confezione su misura, è disponibile in un’edizione limitata di 80 bottiglie. Tra le opere recenti di Turrell c’è l’installazione Skyspace “trascendente” nelle Montagne Rocciose.

La distilleria Glenturret vanta una lunga storia nella produzione di whisky e il suo approccio unico all’utilizzo di recipienti più antichi fatti a mano per invecchiare i distillati li ha resi un marchio che vale la pena conoscere dal 1763. E dal 2021, quando la distilleria è diventata anche sede di un ristorante stellato Michelin gestito dal marchio di lusso francese Lalique, lo stile e l’artigianato si sono fusi nei locali e gli ospiti possono ora assaggiare sia piatti artistici che deliziosi drink durante la visita.

Sibilla Panfili

Credits: il whisky Glenturret Eight Decades con il decanter e la scatola disegnati da James Turrell / ©Glenturret

[aps-counter]