Home / Gourmet  / Chef Stellati  / «Così prendo i calciatori per la gola»

«Così prendo i calciatori per la gola»

Lo chef Giorgio Barone, olbiese, è uno dei maestri dei fornelli più amati dai campioni del pallone. A cominciare da Cristiano Ronaldo

Giorgio Barone

Pochi altri sono potuti arrivare fin lì. Così in alto da poter varcare la soglia delle case dei migliori giocatori di calcio al mondo. Lui c’è riuscito con in tasca le sue migliori ricette, la professionalità e il sacrificio che gli hanno permesso di lavorare negli ultimi due anni alla corte di Cristiano Ronaldo. Senza mai dimenticare, però, le sue origini e la sua terra: la Sardegna. Giorgio Barone, olbiese, è diventato a pieno titolo uno degli chef più amati e ricercati dai calciatori. Dopo due anni a Torino, ingaggiato dal fuoriclasse bianconero, è ritornato nella sua Isola per godersi l’estate e il meritato riposo che, però, è durato appena il tempo di salutare gli amici di una vita. «Quest’estate è stata particolarmente intensa, ho cucinato per Massimo Ambrosini nella sua villa di Porto Cervo. Con lui, nel tempo, siamo diventati amici e mi ha voluto per il suo 44esimo compleanno. Ho poi trascorso due settimane con Gianluigi Buffon e Ilaria d’Amico. Buffon ha voluto assaggiare tutte le specialità sarde, dai ravioli al maialino fino ai formaggi tipici. Poi sono ritornato a Porto Cervo dove mi hanno chiamato i fratelli Hernandez, Lucas e Theo per i quali ho cucinato piatti prevalentemente di mare» racconta lo chef. Per Barone la Costa Smeralda è una seconda casa, qui ha lavorato per tanti anni accumulando tutta quell’esperienza che oggi lo hanno portato al top. «Ritornare nella mia terra, nei posti dove son cresciuto, è la cosa più bella. Spesso cucino davanti al mare, con il sole della Sardegna ed è una sensazione impagabile. Qui, tra l’altro, posso utilizzare i prodotti locali per preparare i miei piatti come ad esempio le cozze, le ostriche e le arselle di Cugnana o gli astici blu della Sardegna» aggiunge Barone. Nel futuro dello chef olbiese ci sono anche un format televisivo che presto sarà disponibile su una delle più importanti piattaforme digitali, ma soprattutto il ritorno a Berlino, dove per la stagione 2021-22 è stato ingaggiato dall’asso dell’Herta Berlino, Kevin Prince Boateng.

Davide Mosca

[aps-counter]