Home / Destinazione  / Dintorni  / Dintorni/Mete  / Due passi nell’oasi protetta di Biderosa

Due passi nell’oasi protetta di Biderosa

Verso Orosei, una riserva di boschi, paesaggi d’acqua dolce e salata e zone montuose incantevoli, delimitati da cinque calette ancora selvagge

Oasi Bidderosa

L’Oasi Biderosa è un luogo incantato di 860 chilometri quadrati a meno di un’ora da Orosei. Non è soltanto un ecosistema ma un agglomerato di tanti scorci naturali diversi che si succedono uno dopo l’altro tra boschi, paesaggi d’acqua dolce e salata e zone montuose che ti lasceranno senza fiato, delimitati da cinque calette dal fascino selvaggio.

Tutelata dall’Ente Foreste e dal Comune di Orosei è un vero e proprio parco naturale che si estende fino alla Spiaggia Pedra Marchesa, la quinta oasi delle quattro affacciate sul mare. All’interno dell’Oasi Biderosa il cui ingresso si trova sulla ss 125, è possibile cimentarsi in diverse attività all’aria aperta. Si può accedere con la macchina per raggiungere le spiagge e godersi una giornata di mare sulla sabbia bianca circondati dalla macchia mediterranea: le cinque calette-oasi che compongono questa riserva sono rinomate per la loro bellezza e per la ricchezza dei loro bassi fondali perfetti per praticare snorkeling senza addentrarsi in acque troppo profonde. Oltre alle spiagge, inoltre, ci si può addentrare tra la vegetazione della riserva per sperimentare del sano trekking in mezzo alla natura.

Sono diverse le specie di alberi che popolano il territorio, dai numerosi filari di pini in mezzo ai quali si trovano i tavolini dedicati ai visitatori fino ai lecci e ai ginepri secolari tipici della Sardegna, bellissimi nelle loro forme antiche e contorte. Le sorprese però non finiscono qui, perché passeggiando all’interno dell’oasi è anche possibile raggiungere diversi punti panoramici e luoghi di interesse davvero spettacolari, tra cui il bellissimo stagno di Curcurica. Si tratta di un piccolo lago dalle acque limpide formatosi a ridosso delle spiagge che si collega con esse tramite un canale frequentato dai nuotatori più avventurosi. Sulla riva del lago si trovano inoltre delle postazioni per il birdwatching, perfette per ammirare gli esemplari di uccelli che popolano questa zona tutto l’anno e che spesso frequentano quest’area.

Una tappa d’obbligo è senza dubbio quella di Monte Urcatu, coperto di lecci e sughere e dalla cui cima è possibile abbracciare con lo sguardo l’intera oasi di Biderosa fino al mare, in uno scatto davvero indimenticabile.

Informazioni utili

Per accedere all’Oasi Biderosa è necessario pagare un biglietto del costo di 1€ a persona più eventualmente 12€ per macchina, acquistandolo in loco o online sul portale oasibiderosa.it. Si può accedere all’oasi dalle 8:00 alle 17:00, mentre l’orario limite di uscita è fissato per le 19:30. All’interno è permesso l’accesso ad un numero limitato di veicoli su quattro ruote e le persone accompagnate da cani devono tenerli al guinzaglio per tutto il tempo. Tra i servizi offerti in loco c’è anche la possibilità di prenotare sdraio e lettini insieme ad attrezzature sportive come canoe e kayak.

Benedetta Piras

[aps-counter]