Home / Costa Smeralda/Attualità  / Costa Smeralda, al via la stagione turistica 2020

Costa Smeralda, al via la stagione turistica 2020

Una nuova estate all'insegna della natura e della sostenibilità. A partire dal 26 giugno Smeralda Holding aprirà i quattro hotel e tutte le altre strutture di proprietà

La Costa Smeralda spalanca le sue porte al mondo. Smeralda Holding, la società italiana controllata dal fondo sovrano Qatar Investment Authority e proprietaria di un patrimonio immobiliare e di terreni sul mare lungo la Costa Smeralda, ha appena annunciato l’avvio della stagione turistica 2020 dei propri iconici alberghi: Cala di Volpe, Romazzino, Pitrizza e Cervo. Inoltre, nelle prossime settimane, apriranno anche tutte le altre attività turistiche di proprietà, come i ristoranti, i bar, il beach club Nikki Beach e il Waterfront, pronto per un nuovo ciclo di appuntamenti esclusivi.

Mario Ferraro, Ceo di Smeralda Holding

Le aperture prenderanno il via il 26 giugno e proseguiranno in maniera graduale e progressiva. Lo storico Pevero Golf Club, invece, è operativo già da maggio, mentre il Cantiere navale di Porto Cervo è aperto dai primi di giugno. La Marina di Porto Cervo, cuore pulsante dell’attività nautica, non si è mai fermata nel corso dell’anno.

Soddisfatto Mario Ferraro, il Ceo di Smeralda Holding: «Abbiamo fortemente voluto riaprire tutte le nostre attività in anticipo rispetto alla maggior parte delle principali destinazioni turistiche del Mediterraneo per supportare il settore e fare ripartire l’economia locale in un momento molto difficile, anche se in realtà la destinazione inizierà a riempirsi soltanto dal 10 luglio in poi». La Costa Smeralda è la meta ideale in cui passare le vacanze. «Grazie alle sue caratteristiche, la Costa Smeralda, con la sua natura incontaminata e la bassa densità turistica con ampi spazi che non sono mai affollati, si propone come destinazione ideale per trascorrere una vacanza sicura e serena – continua Mario Ferraro -. Nonostante le ritardate aperture delle frontiere e la limitata accessibilità aerea fino a fine giugno, si prevede una stagione progressivamente in crescendo per raggiungere ad agosto flussi turistici quasi in linea con le stagioni passate».

La stagione 2020 sarà caratterizzata da numerose novità legate al piano industriale di investimenti del gruppo, che ha l’obiettivo di rendere più unica la destinazione e di continuare ad arricchire e a diversificare l’offerta turistica della Costa Smeralda. Quest’anno, per esempio, l’Hotel Cala di Volpe riaprirà con una nuova veste grazie a una imponente opera di ristrutturazione firmata dall’architetto francese Bruno Moinard, che vedrà rinnovate completamente 70 camere e la terrazza esterna del Cala di Volpe. Inoltre c’è un’altra grande novità: una suite spettacolare di 250 metri quadrati con una piscina privata che si affaccia sul mare, firmata Harrods.

«La Costa Smeralda è una destinazione esclusiva e meta di riferimento per l’élite turistica nazionale e internazionale – conclude il Ceo di Smeralda Holding, Mario Ferraro –. È un luogo in cui vivere una ospitalità senza confronti, senza tempo e senza compromessi e che risponde appieno alle caratteristiche ricercate in questa nuova estate. Siamo fermamente convinti della nostra mission aziendale che da sempre portiamo avanti con passione e orgoglio e che oggi ancor di più appare contemporanea ‘far vivere tutti in un mondo più ospitale’».

Uno scorcio di Porto Cervo e, in apertura, l’Hotel Cala di Volpe (foto di Marcello Chiodino)

[aps-counter]