Home / Destinazione  / Dintorni  / Dintorni/Mete  / Baunei, il borgo delle meraviglie

Baunei, il borgo delle meraviglie

La trasmissione Kilimangiaro annuncia il secondo posto conquistato nella competizione Il borgo dei borghi 2021

Banuei

Lo scorso 4 aprile si è conclusa la stagione 2021 de Il Borgo dei borghi, la competizione indetta dalla trasmissione Rai Kilimangiaro che ogni anno annuncia il vincitore tra ben 20 borghi d’Italia in gara, votati dal pubblico nell’arco di alcuni mesi e poi scelti da una giuria finale. Quest’anno la gara l’ha vinta il borgo di Tropea in Calabria, tuttavia nel podio dei finalisti il secondo posto se l’è aggiudicato nientemeno che Baunei, una piccola cittadina del centro Sardegna incastonata su un costone di roccia che guarda a sud ovest, dal cui punto più alto è possibile dominare sia il mare che l’entroterra.

Non sorprende che questo centro, con i suoi paesaggi e le storie di chi vi abita sia arrivato sul podio: Baunei riassume in sé l’essenza dell’isola e offre a chi lo visita le esperienze più varie ed affascinanti con le sue mille sfaccettature. Le sue origini sono avvolte nella leggenda: si dice che il piccolo paese sia stato fondato da un allevatore di capre nel 1015. Proprio l’uomo, per sfuggire alle invasioni arabe che stavano sconvolgendo l’isola in quel periodo, fece di questo luogo sopraelevato la sua dimora realizzando così la prima casa. Oggi Baunei è un centro di circa 3600 abitanti, le cui casette basse dai colori pastello e le stradine lastricate catturano il cuore di tutti i visitatori, che possono ripercorrerne la storia e il foklore con una visita al suggestivo museo etnografico Preghieras – Dommu de sa cultura.

Abitato fin dall’Età del Rame, il territorio intorno al paese è un continuo avvicendarsi di opere naturali e dell’uomo dalla bellezza più unica che rara, specialmente quando si parla dei maestosi siti archeologici che ancora adesso punteggiano tali vallate. Proprio queste ultime sono protagoniste ogni anno delle attenzioni dei più entusiasti appassionati di trekking, scalate o semplicemente di paesaggi naturali incontaminati. Qui l’altopiano del Golgo e quello del Margine mettono a disposizione i loro sentieri e panorami perché tutti possano esplorarli, arrivando ad abbracciare con lo sguardo il Gennargentu fino alla lontana costa blu del Golfo di Orosei.

L’entroterra però non è l’unico gioiello del territorio di Baunei, lo suggeriscono anche i percorsi formatisi naturalmente tra le montagne che arrivano quasi fisiologicamente fino alla costa, dando vita ai più celebri panorami e angoli di paradiso di questa zona. Le coste a pochi chilometri da Baunei sono sia panorami a strapiombo sul mare che gentili declivi che raggiungono con dolcezza la riva, offrendo a chi si cimenta in questi percorsi uno sguardo che resterà per sempre nel cuore.

Proprio proseguendo a sud in direzione della costa si può arrivare al paesino sul mare di Santa Maria Navarrese, frazione di Baunei e borgo incastonato davanti alla distesa d’acqua azzurra dal quale è possibile visitare le cale e le grotte vicine, come la bellissima Cala Luna iconica per le sue grotte sulla spiaggia e la piccola Cala Goloritzè, a metà tra il verde della terra e lo smeraldo del mare che la bagna.

Benedetta Piras

Crediti immagini:

  1. Peralta, CC BY-NC-SA.
  2. Grego1402 da Flickr, CC BY 2.0
  3. Michele Vascellari da Flickr, CC BY-NC 2.0
  4. Maurizio Agelli da Flickr, CC BY-NC-ND 2.0

[aps-counter]