Home / Dintorni/Attualità  / A Sassari torna la festa di Su mortu mortu

A Sassari torna la festa di Su mortu mortu

Giornate dedicate ai bambini sia in centro sia alla Pinacoteca di piazza Santa Caterina e al museo Sanna

Sassari

L’Halloween sardo invade il centro della città. Torna a Sassari l’attesa settima edizione con il progetto di storytelling teatrale “Racconti erranti” che presenta sabato 29 e lunedì 31 ottobre “Su Mortu Mortu – il nostro Halloween”. L’evento è organizzato dalle associazioni Tusitala storytelling e Il Corso con la direzione artistica di Monica De Murtas e il patrocinio e contributo del Comune di Sassari e della Fondazione di Sardegna.

Pinacoteca Nazionale di Sassari

Si rinnova la collaborazione con la Pinacoteca Nazionale di Sassari che apre la manifestazione dedicata alla tradizione di Ognissanti sabato 29 (al mattino dalle 10,30 e pomeriggio dalle 17,30) con il laboratorio didattico dal titolo: “Incantesimi e misteri. Paurosissima caccia al tesoro tra le opere d’arte”. Due i laboratori: per i più piccoli “Il fantasma Malandrino” sino a 5 anni di età e “Caccia alle streghe”. Dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni. Info per prenotazioni sino ad esaurimento posti: 079231560.

Il corteo “Su mortu mortu”

Lunedì 1 dalle 16,30 alle 18 si inizia dalla libreria Dessì di largo Cavallotti con il progetto dedicato ai più piccoli (5-10 anni) “E tu che mostro sei?”, un laboratorio sulle favole da incubo con trucca bimbi, dolcetti e merenda per tutti.

I bambini saranno invitati dal narratore Tusitala in un viaggio alla scoperta dei personaggi tenebrosi delle fiabe. Con l’aiuto dei truccatori e costumisti dello staff gli aspiranti mostri potranno rendere ancora più terrificate il loro costume di Halloween e partecipare infine, insieme ai figuranti, al corteo di “Su mortu mortu” che partirà dalla Libreria Dessi alle 18.

Il corteo attraverserà il centro storico accompagnato da performer e figuranti della compagnia Abc che animeranno le strade. Il pubblico potrà incontrare alcuni personaggi fantastici, cupi e mostruosi sia della tradizione sarda sia di quella anglosassone.

Tra questi Babborchu e Maschinganna la Mamma del sole e la Mamma del freddo.

Alle 19,30 il corteo passando da via Cetti, che sarà nuovamente trasformata in un tunnel dell’orrore – si concluderà in piazza Tola dove i performer animeranno la serata che sarà accompagnata da musica in perfetto stile dark, nebbia artificiale e dalle proposte gastronomiche di bar e ristoranti della piazza. I costumi sono curati da Fabio Loi. Luci e fonica Tony Grandi.

Museo Nazionale “Sanna”

Mercoledì 2 novembre, dalle 10,30 alle 12,30, il Museo Nazionale “Sanna” di Sassari si trasformerà in “Un museo da paura” con una giornata dedicata ai più piccoli per scoprire i reperti più spaventosi. Il programma prevede una visita-caccia al tesoro che ha l’obiettivo di avvicinare i giovani a uno dei temi più importanti dell’archeologia e della tradizione etnografica: la sfera funeraria. Antichi riti e usanze, edifici e sculture raccontano il rapporto dell’Uomo con l’Aldilà. L’attività è rivolta ai bambini dai 7 agli 11 anni che dovranno essere accompagnati da un adulto.

[aps-counter]