Home / Dintorni/Attualità  / A Olbia assegnati i titoli mondiali di moto d’acqua

A Olbia assegnati i titoli mondiali di moto d’acqua

Un week end di grande sport in Gallura con l’ultima tappa del “Grand Prix of Italy” con la nostra portacolori Naomi Benini che si aggiudica il mondiale della categoria Runabout GP4 Ladies

Olbia

Quando il sogno di un titolo mondiale si concretizza in un luogo magico come la Sardegna, allora il successo è doppio. Perché gareggiare nel golfo di Olbia ha indubbiamente un fascino incredibile. E non a caso la città gallurese è stata scelta come l’ultima tappa del combattutissimo campionato di Aquabike che ha visto qui i migliori atleti al mondo contendersi punti preziosi per il podio mondiale. E gli italiani non hanno certo sfigurato con ben due podi del “Regione Sardegna Grand Prix of Italy” e un titolo mondiale, senza, poi considerare i numerosi secondi e primi posti. Davide Pontecorvo è il vincitore del Gran Premio in Runabout GP4 dove al terzo posto si è classificato il “figlio d’arte” Alessandro Fracasso. Straordinaria prova anche per Naomi Benini che ha conquistato non solo il Gran Premio nella categoria Runabout GP4 Ladies con la sua connazionale Arianna Urlo in terza posizione, ma è anche la nuova campionessa del mondo della categoria battendo la campionessa del mondo in carica e la campionessa d’Europa. Nella categoria Runabout GP1 l’ungherese Marcus Jorgensen ha finalmente conquistato il titolo mondiale che inseguiva da anni e che gli era stato “soffiato” più volte dal campione del mondo uscente, il francese “con cuore sardo” Jeremy Perez classificatosi in terza posizione in questo campionato. Podio tutto francese in Ski Division GP1 con Valentin Dardillat vincitore seguito dai suoi connazionali Axel Courtois e Morgan Poret Primo titolo mondiale in Ski Ladies Division per l’Estone Jasmiin Ypraus Nel Freestyle l’imbattibile Rashid Al Mulla degli Emirati Arabi si è riconfermato Campione del Mondo mentre Roberto Mariani, beniamino del pubblico per le sue spettacolari e divertenti gag si è aggiudicato il secondo posto.

Le heat si sono disputate in condizioni molto divertenti con il vento forte di maestrale che nella giornata di sabato ha letteralmente polverizzato la superficie dell’acqua del molo Brin e anche in quella di domenica con il vento di scirocco alzatosi improvvisamente dando del filo da torcere a tutti gli atleti in gara. Il Regione Sardegna-Grand Prix of Italy quest’anno ha riservato una sorpresa: il primo e unico round della nuova classe Ski Division GP4.

«È stata la scelta più naturale per Aquabike e UIM lanciare questa nuova categoria ad Olbia – ha dichiarato Raimondo di San Germano, General Manager di Aquabike Promotion, società organizzatrice dell’evento – dal momento che questo Gran Premio è stato il primo ad ospitare tutte le classi e ad averne nuove anno dopo anno, come è accaduto nel 2021 per Runabout GP ladies. Il format di gara è stato apprezzato e copiato da altre location come è successo ad Ibiza nello scorso maggio per il Grand Prix of Spain. Questo è il risultato della nostra lunga e fattiva collaborazione con gli organizzatori locali e le autorità di Olbia. Desidero anche ringraziare la Regione Sardegna nella persona dell’Assessore al Turismo Gianni Chessa per la fiducia dimostrataci e il grande supporto che continua ad offrirci». Grande soddisfazione anche da parte del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi:  «Siamo convinti che la manifestazione sportiva abbia portato grandi benefici alla nostra comunità in termini di ricadute economiche, sviluppo e promozione dell’immagine turistica di Olbia e di tutta la nostra isola anche per il fattivo contributo della Regione Autonoma della Sardegna e grazie alla eco mediatica che è stata in grado di diffondere nuovamente in tutto il mondo».

Davide Mosca

[aps-counter]